Niech będzie pochwalony
Jezus Chrystus.

Witamy na stronie internetowej parafii rzymskokatolickiej Najświętszej Maryi Panny Królowej Świata w Stargardzie Szczecińskim.

Dziękujemy że nas odwiedziliście
i zapraszamy do częstych wizyt.

Szczęść Boże.

Ksiądz Proboszcz i księża wikariusze.



Taras widokowy na wieży koscioła Mariackiego

Taras widokowy na wieży koscioła Mariackiego


Serdecznie zapraszamy od poniedziałku do soboty w godzinach od 10.00 do 16.00 na taras widokowy na wieży naszego kościoła.
Przepiękne widoki na całe miasto i okolice, a nawet przy dobrej pogodzie można zobaczyć wieżowce Szczecina.
Cena biletu na taras widokowy wynosi 3 zł normalny, a dla młodzieży 1,50 zł, natomiast dla zwiedzających świątynię 1,50 zł.
Można także skorzystać z przejażdżki dorożką, podziwiając zabytki Stargardu. Kontakt z przewodnikiem pod numerem (+48)504915219.
Serdecznie zapraszamy.




Ogólnopolskie Spotkanie Młodych - Lednica

Ogólnopolskie Spotkanie Młodych - Lednica


Zapraszamy na XIII Ogólnopolskie Spotkanie Młodych na polach Lednickich w sobotę 6 czerwca 2008 r. Koszt wyjazdu 50 zł. Wszystkich zainteresowanych prosimy o zgłoszenia do księdza Grzegorza.

Program Spotkania...

Strona informacyjna...



strona główna
Dziś sobota, 29 kwietnia 2017 r, imieniny: Hugona, Piotra, Roberty
La chiesa parrocchiale di Maria Santissima, Regina del Mondo a Stargard Szczecinski.

La chiesa parrocchiale dedicata a Maria Santissima, Regina del Mondo, situata a Stargard Szczecinski, riconosciuta dal 1995 con il grado di Collegiata, e uno dei tre piu grandi e preziosi edifici sacri della citta, e nello stesso tempo un monumento dello stile gotico e dell'architettura sacra in Pomerania.

Le sue torri si innalzano sopra i tetti delle case rendendosi visibili da tutte le strade che conducono alla citta. Da lontano l'attenzione e attratta dall'imponenza delle mura di mattoni, sulle quali, avvicinandosi, si rendono visibili sempre meglio i dettagli del blocco e il ricco finimento del rivestimento.

Dal punto di vista architettonico, la chiesa di Maria Santissima e stata realizzata secondo le caratteristiche della basilica; e composta da tre navate principali, una centrale e due laterali; dalle cappelle affacciate alle navate laterali; dal presbiterio; da una navata minore, che circonda il presbiterio e sulla quale si affaccia una ghirlanda di cappelle; da una grande cappella ottagonale dedicata a Maria, situata sul lato nord; dalla sagrestia, adiacente al presbiterio.

La chiesa ha ricevuto tale forma durante un lungo processo di costruzione condotto a piu riprese dalla fine del secolo XIII fino all'inizio del secolo XVI, facendo partecipe diverse generazioni del clero e di cittadini di Stargard, per i quali essa e sempre stata oggetto di particolare orgoglio. E' di rilevanza storica sottolineare che, nel processo di costruzione del presbiterio e della cappella mariana, ha contribuito il grande architetto medioevale Enrico Brunsberg di Stettino, considerato come l'ideatore dello stile tardo-gotico nell'architettura delle regioni del Mare Baltico.

La prima e piu anticha struttura del nostro tempio, inizialmente molto modesta nell'aspetto e nelle intenzioni, proviene dai secoli XIII e XIV, ed era composta da tre navate, senza torre campanaria e con la navata minore intorno al presbiterio di forma pentagonale. Di questo primo tempio sono rimaste le mura perimetrali delle navate laterali, con le finestre e i contrafforti visibili sopra i soffitti delle cappelle; le volte a crociera e a costole delle navate laterali e tre paia dei pilastri ottagonali della navata centrale.

Nel secolo XIV, alla navata centrale vennero annesse due torri, delle quali soltanto quella a nord fu completamente realizzata. Le due torri, nella parte inferiore, costituiscono un unico corpo, come un monolito, dotato di tre portali, due dei quali, quello a nord e quello a sud, riccamente decorati con splendidi capitelli. L'area dei capitelli del portale di nord venne ornata con rilievi in pietra che presentano le scene dal Libro della Genesi; il portale a sud, invece, venne decorato con profili a zigzag.

Accanto al portale a nord si puo ammirare un'inconsueta composizione che ricorda la forma di un portone, raffigurante certamente Il Portone del Regno celeste. Sulla parte occidentale della stessa torre s'e salvata la composizione figurativa che rappresenta l'atto di dedicazione della chiesa che viene posta sotto la protezione di Maria, un motivo decorativo, questo, attinto dai timpani medioevali delle chiese dell'Europa occidentale. Le parti superiori delle torri sono composte da divisioni ottenute da grandi finestre cieche, decorate con rosoni nei sottoarchi e con piu piccole divisioni interne. Cosi elaborate le forme delle finestre sono diventate modello di decorazioni per molte chiese in Pomerania, come la cattedrale di San Giacomo a Stettino.

Negli anni Ottanta del secolo XIV, e stata avviata la costruzione del nuovo presbiterio. A realizzare l'opera e stato chiamato il maestro Brunsberg, il quale progetto e realizzo un edificio eccezionale; disegno e fece costruire un presbiterio tipico delle basiliche composto da una navata centrale piu alta, con una navata minore piu bassa, intorno al presbiterio, corredata dalla ghirlanda delle cappelle, costruite tra i contrafforti.

Il maestro suddivise, come era abitudine nelle cattedrali medioevali, le mura della navata centrale in tre sezioni orizzontali: piu in basso una sezione sviluppata con arcate ogivali, al centro una sezione ottenuta con una galleria percorribile e piu in alto una sezione di finestre: unica soluzione architettonica di questo tipo nella regione.

Fino ad oggi, nelle cappelle che si affacciano sulla navata minore intorno al presbiterio, si sono salvate le splendide volte di tipo salto, che testimoniano la grande capacita dei progettisti. Sui pilastri della navata del presbiterio si sono conservate le nicchie decorate, nelle quali erano collocate le sculture di santi, cosi come avveniva nelle cattedrali gotiche.

Brunsberg, da grande innovatore, risolse il tema dei rivestimenti addobbando le pareti tra le finestre con piatte lesene, sulle quali sistemo le decorazioni, rifacendosi alla forma degli altari gotici, composti da nicchie con i profili decorati. In esse erano collocate originariamente le sculture di santi, invece i motivi figurativi vennero creati utilizzando diverse piastrelle nelle sfumature dei colori verde, giallo e marrone. Per tal motivo il presbiterio della chiesa di Stargard, viene considerato rappresentante dello stile tardo gotico, per lo stile del chiaroscuro, dei colori intensi, vivi e della ricchezze delle decorazioni.

Un perfetto esempio delle tendenze architettoniche del tardo gotico, e la cappella mariana. Il corpo centrale e coperto da una magnifica volta stellata e illuminato da grandi finestre. Le mura tra le finestre sono decorate con lesene multilaterali, nicchie e ornamenti, ma anche con mascheroni, per le mensole delle nicchie. Gli stessi ornamenti e composizioni delle nicchie, possiamo vederli anche sulle mura sotto le finestre. Il modello ispiratore per questa forma eccezionale della cappella di Stargard si puo individuare nelle cattedrali gotiche di Inghilterra.

Dopo la costruzione del presbiterio e delle cappelle, nella seconda meta del secolo XV, si e proceduto alla ristrutturazione del corpo della navata centrale, realizzando il suo rialzamento, conservando le mura della parte piu vecchia dell'edificio, ottenuto cosi la forma di basilica. Nelle pareti delle navate laterali, realizzando larghe arcate, si e aperto un nuovo spazio che conduce agli interni delle cappelle collocate tra i contrafforti.

Nel secolo XV venne costruita anche la sacrestia, di forma rettangolare, ottenuta con un sistema a doppia travatura. In essa, sulla parete occidentale, si trova un dipinto che rappresenta "Il Cristo nel torchio mistico".

Anche nella cappella posta dietro l'altare principale si sono salvati i frammenti di una policromia medioevale. Proprio la, sull'arcata si puo ammirare un dipinto raffigurante la scena biblica della parabola evangelica delle Vergini sagge e le vergini stolte. Invece sulle pareti si sono conservate, purtroppo solo pochi frammenti, le scene Del Giudizio Universale e altre scene rappresentanti tematiche mariane.

I dipinti sulla volta della navata centrale si differenziano dalle policromie presenti sulle pareti, sui pilastri e sulle volte delle navate laterali. Essi raffigurano gli angeli musicanti, dipinti in grigio su sfondo bianco. Questi affreschi sono stati dipinti dopo l'incendio della chiesa, avvenuto nel 1635; la successiva ricostruzione dell'edificio, in stile gotico, fu opera di Daniele Zilcher. Anche l'arredamento, distrutto dall'incendio, venne sostituito con nuovi elementi in stile di barocco, in particolare l'altare principale e l'ambone, ornato da sculture e policromie, caratteristici dell'arte di Pomerania.

Con il passare del tempo l'interno della chiesa venne decorato da policromie, delle quali alcuni frammenti hanno resistito fino ad oggi nelle cappelle intorno al presbiterio.

All' inizio del secolo XIX sono stati avviati nuovi lavori di restauro della chiesa, affidati ad uno dei piu eminenti architetti tedeschi, Karl Friedrich Schinkl, il quale ha progettato i piani di lavoro della ricostruzione delle volte e della sacrestia.

I lavori di restauro degli anni dal 1892 al 1911 furono condotti da un altro famoso restauratore di monumenti: Denecke, molto conosciuto in Pomerania, grazie al quale vennero ricostruiti, con grande attenzione e devozione, tutti i dettagli in ceramica delle decorazioni che si trovano sulle mura del presbiterio e della cappella mariana, riproducendo anche le policromie sulle pareti e sui pilastri, ripristinando i chiari e vivi colori originali della chiesa.

Durante la Seconda guerra mondiale la divina provvidenza volle che la chiesa, nonostante la totale distruzione della citta, si salvo dai bombardamenti, riportando solo piccole distruzioni. Le loro riparazioni durarono dal 1945 fino al 1948; solo dieci anni piu tardi venne ricostruita anche la cupola della torre. Negli anni dal 1977 al 1980 si realizzo il restauro radicale delle pareti e delle policromie, ristabilendo all'interno dell'edificio lo splendore originario.

Negli ultimi anni e stata rimessa a nuovo la cappella mariana, sono state rese agibili, per i turisti, le terrazze della torre a nord, dalle quali si puo vedere il panorama della citta e della regione.

Tutti i lavori svolti dopo la Seconda guerra mondiale sono stati realizzati con grande cura e immenso impegno di molte persone, in primis sempre il parroco, monsignore Henryk Ozga, il quale, in riconoscimento del lavoro svolto, e stato insignito della medaglia d'oro, che viene conferita a quelle persone che si distinguono nella manutenzione e nella cura degli edifici storici e sacri.

Oggi la Collegiata di Maria Santissima, Regina del Mondo a Stargard, come un tempo, incanta gli occhi dei fedeli e dei turisti per la straordinaria bellezza della sua architettura esterna, del suo interno ricco, chiaro e decorato dalle meravigliose policromie, e delle opere d'arte in stile barocco in essa conservate.

Il suo particolare carattere e la sua singolare bellezza vengono universalmente riconosciute, tanto da venire definita, impropriamente, con il termine di cattedrale.


projektowanie stron internetowych szczecin

tworzenie stron www strony internetowe szczecin

Parafia Rzymskokatolicka
pw. NMP Królowej Świata

ul. B. Krzywoustego 12
73-110 Stargard Szczeciński
Woj. Zachodniopomorskie
Diecezja Szczecińsko-Kamieńska

kolegiatastargard@gmail.com


Home | Wydarzenia | Galerie | O parafii | Kościoły | Nabożeństwa | LSO | Wspólnoty | Kontakt | Historia parafii | Ludzie parafii | D K F